Natura

Natura

Scopri la natura a Cetraro e dintorni

Poco distante dall’ Hotel La Carruba potrete raggiungere in pochi minuti posti incantevoli e indimenticabili, una natura incontaminata dai colori sorprendenti: grotte, scogli, panorami, laghi. Luoghi magici da viveresia d’estate che in inverno che non avrete mai visto e che mai dimenticherete.

Spiaggia di Lampetia

La spiaggia di Lampetia (a 2,5 km dall’hotel), è incastonata nella pittoresca Riviera dei Cedri, in uno dei tratti costieri più incantevoli della regione, la Scogliera dei Rizzi: un faraglione calcareo, staccatosi dalla costa in epoca remota, che si lascia cullare dalle onde a pochi metri dalla riva. Si tratta di una spiaggia di sabbia mista a ghiaino suggestiva e dal fascino unico, bagnata da un mare azzurro, limpido e cristallino, ideale per nuotare e per gli appassionati di snorkeling.

Grotte e Scogliera dei Rizzi

La Scogliera dei Rizzi (a 2,5 km dall’ hotel), è una spiaggia suggestiva e molto affascinante quella a nord della Marina, subito dopo il porto turistico di Cetraro. Simbolo della scogliera è lo scoglio con la sagoma di una testa di leone, meglio conosciuto come scoglio del leone, ed in effetti la sagoma anche a distanza risalta subito alla vista, anche chi non sa che ci sia lo scoglio del leone, appena lo vede lo riconosce come tale, perchè una testa di leone pare proprio scolpita nella roccia. Il luogo è suggestivo perchè la scogliera regala anfratti, grotte, interruzioni che danno luogo a piccole spiagge e baie raggiungibili dal mare, ecco perchè è facile vedere qui davanti tante piccole barche ancorate, sono qui a ricercare angoli solitari e suggestivi.

Santuario del monte Serra

Il Santuario del Monte Serra di Cetraro (a 8 km dall’hotel), conosciuto anche con la denominazione di Santuario di Santa Maria di Monte Serra, venne edificato nel XIX secolo, per volontà di un credente della zona miracolosamente guarito per intercessione della Madonna, sulla sommità del Monte Serra; vetta che sovrasta l’abitato di Cetraro, di cui è parte territoriale integrante. Inizialmente la chiesa venne dedicata alla Madonna della Neve, successivamente per devozione popolare è stata intitolata alla Vergine Maria del Monte Serra. La festa del Santuario del Monte Serra di Cetraro, si celebra il 5 agosto di ogni anno.

Scogliera di Cavinia e le tre colonne

Tre colonne e grotte di Cavinia

A Cavinia (a 5 km dall’hotel), c’è un paradiso che vi attende, la scogliera di Cavinia Nord,  una sporgenza di terra che si protende sul mare con rilievi accentuati e sponde ripide (falesie); irraggiungibili calette si aprono alla base della scogliera stessa. il mare è color verde smeraldo, l’acqua è così limpida che si scorgono i fondali. La spiaggia di Cavinia è una piccola baia, a sinistra è delimitata da scogli e grotte.  In quella direzione ci si può spostare solo via mare, a nuoto o con un pedalò.

Laghi di Fagnano

La riserva (a 29 km dall’ hotel) ospita una serie di laghi la cui origine è ancora oggetto di studio. La forma rotondeggiante della maggior parte di essi ha indotto alcuni studiosi a ritenere si possa trattare di conche carsiche riempite da acqua proveniente da sottosuolo. Secondo altri, invece, i laghi potrebbero essere la conseguenza di fenomeni franosi di grandi proporzioni (accumulo di acqua lungo le depressioni formatesi a causa della frana). Non sono bacini di grandi dimensioni: il lago Astone, il lago Trifoglietti e il lago della Paglia superano di poco l’ettaro, il lago dei Due Uomini arriva a due ettari. Il lago del Frassino è già asciutto all’inizio della stagione secca. Sono tutti circondati da una fitta vegetazione e offrono al visitatore la suggestione di angoli naturali ancora intatti e magici.

Parco nazionale del Pollino

Il Parco Nazionale del Pollino (a 68 km dall’hotel) si estende su 192.565,00 ettari di terreno ed è posto a cavallo tra due regioni, la Basilicata, detta anche Lucania, e la Calabria. La catena montuosa che fa parte dell’Appennino meridionale a confine con la Basilicata e la Calabria vanta le vette più alte del Sud Italia le quali rimangono innevate per un lungo periodo che inizia a partire dal mese di novembre e finisce nel mese di maggio con lo sciogliersi della prima neve. L’area naturale che gode di un ampio prestigio è composta di rocce dolomitiche, di bastioni calcarei, di pareti di faglia di origine architettonica, di dirupi, di gole molto profonde, di grotte carsiche, di timpe di origine vulcanica, di inghiottitoi, di pianori, di prati, di pascoli posti ad alta quota, di accumuli morenici, di circhi glaciali e di massi erratici.

Parco nazionale della Sila

Il Parco nazionale della Sila  (a 100 km dall’ hotel) è situato nel cuore della Sila e si estende per 73.695 ha[1] assumendo una forma allungata nord-sud. La sede del parco si trova a Lorica, mentre il perimetro coinvolge territorialmente tre delle cinque province calabresi, la Provincia di Catanzaro, la Provincia di Cosenza e la Provincia di Crotone[1].

All’interno del Parco vi si trovano 3 dei 6 bacini artificiali presenti sull’altopiano silano e la sua superficie boschiva è molto ampia, tant’è che fra i Parchi nazionali italiani è quello con la maggior percentuale di superficie boscata, circa l’80% del totale[4], costituita principalmente da faggete e pinete del tipico pino silano (Pinus nigra laricio). Ampie sono le vallate che si aprono lungo le dorsali del Parco ove è praticata la pastorizia, con forme di transumanza ed alpeggio che resistono tutt’oggi, e l’agricoltura legata soprattutto alla coltivazione della patata della Sila I.G.P..

Isola e scogliera di Cirella

L’isola di Cirella (a 25 km dall’hotel) è un’isola dell’Italia sita nel mar Tirreno, in Calabria. Si trova nella costa nord occidentale del Tirreno calabrese, di fronte l’abitato di Cirella, frazione di Diamante in Provincia di Cosenza. Ha una superficie di 0,12 km² e raggiunge un’altezza massima di circa 40 metri; le rocce calcaree dell’isola, sottoposte all’erosione marina, hanno dato vita a molte grotte ed insenature. La flora è quella tipica della macchia mediterranea, arricchita da boschetti di euforbio e limoni.

Isola di Dino

Proprio di fronte al centro abitato di Praia a Mare (a 47 km di dall’ hotel), lungo la Riviera dei Cedri, c’è la maggiore delle isole della Calabria: l’Isola di Dino. Il suo nome dovrebbe dal termine greco “dina”, che significa tempesta. Quando il mare è impetuoso i suoi scogli sono battuti con forza dalle onde. C’è chi fa risalire il significato del nome alla bellezza, qui ci sarebbe stato un tempio (aedina) costruito dai naviganti in onore a Venere, in virtù del meraviglioso effetto che suscita la vista dell’isola immersa nelle acque del Tirreno.

San Nicola Arcella - Arcomagno

La spiaggia di San Nicola Arcella Arcomagno (a 42 km dall’hotel) è sicuramente una delle destinazioni più apprezzate dell’alto tirreno calabrese e tra le spiagge più belle della Calabria. Uno sperone di roccia alta circa 100 metri sul livello del mare, offre un panorama mozzafiato sull’incantevole costa calabrese, abbracciando la vicina Isola di Dino e il circondario che comprendo l’intero golfo di Policastro.